Cade su avvallamento del marciapiede: solo il caso fortuito esclude la responsabilità della P.A.

 

La caduta di un pedone dovuta ad un avvallamento presente sul marciapiede coperto da uno strato di ghiaino, lasciato aperto al calpestio del pubblico e privo di ogni segnalazione delle condizioni di pericolo, offre alla Suprema Corte l'occasione per ribadire i principi che governano la responsabilità civile della pubblica amministrazione in relazione alla non corretta manutenzione della sede stradale.

 

 

Share by: